Consiglia alla madre 82enne di investire in modo prudente

di Marco Liera (*) - 25/01/2014

Stampa Crea Pdf Invia Rss

Vorrei sapere se ho fatto bene qualche anno fa a consigliare a mia madre di 82 anni di investire i suoi risparmi che ammontano a circa 100.000 euro in questo modo:

60.000 euro in C.C.T. settennali 6 mesi euribor con scadenza 1.11.2018

30.000 euro in C.C.T. settennali con scadenza 1.7.2016

15.000 euro in conto corrente

Mia madre inoltre vive in una casa di proprietà divisa in due appartamenti, uno occupato da lei e da mio fratello e l'altro vuoto, la sua pensione ammonta a circa 1.000 euro netti al mese.

Lettera firmata

 

Non so se lei abbia fatto bene a dire a sua madre di investire nel portafoglio descritto, ma posso affermare che le ha consigliato soluzioni abbastanza semplici e a rischio relativamente basso. Supponendo che sua madre non abbia altri averi e redditi oltre a quelli descritti, i suoi risparmi dovrebbero essere investiti minimizzando i rischi di perdita. Non so se sua madre riesca a mettere da parte qualcosa o più probabilmente debba prelevare periodicamente dal suo portafoglio per finanziare il proprio tenore di vita. In ogni caso una ripartizione come quella proposta consente di fruire di una piccola rendita periodica e inoltre non presenta elevati rischi di dover liquidare parzialmente gli attivi in perdita.

Certo, la quotazione dei CCT citati ha oscillato parecchio nei momenti di massima incertezza sul debito pubblico italiano. E non è escluso che anche in futuro ci possano essere delle fasi di elevata volatilità. Tuttavia la durata residua non troppo lunga, e la cedola a tasso variabile riducono le possibilità di oscillazione della quotazione. Tra l’altro, pur trattandosi di strumenti della stessa tipologia, i due CCT differiscono nella circostanza che il primo ha la cedola agganciata all’Euribor a sei mesi, e il secondo al BOT semestrale. Pur trattandosi di tassi del mercato monetario a breve termine in entrambi i casi, occasionalmente i loro andamenti possono divergere. Come è accaduto nel tormentato autunno 2011, quando il rendimento dei BOT è schizzato a livelli molto più alti dell’Euribor per via delle incertezze sulla solvibilità della Repubblica Italiana.

Ma arriviamo ai limiti dei consigli che ha dato a sua madre. Il primo è rappresentato dalla diversificazione molto ridotta (l’unica è data appunto dai differenti sottostanti ai quali sono agganciati le cedole dei due CCT). Manca soprattutto un minimo di diversificazione internazionale, ma va detto che questa comporterebbe il sostenimento di elevati costi informativi e psicologici, o in alternativa dei costi della consulenza professionale necessaria. Più importante forse è che dal portafoglio di sua madre siano completamente assenti strumenti inflation linked. Sua madre ha davanti a sé un orizzonte temporale di investimento che sperabilmente non sarà breve, e su questo orizzonte non è possibile fare previsioni sul livello di inflazione, anche se attualmente è basso e sotto controllo e sono forse maggiori i rischi di una deflazione. Sta di fatto che l’ampia disponibilità di prodotti che assicurano i risparmi dal loro nemico storico numero uno (BTPei, BTP Italia, buoni postali indicizzati) andrebbe sfruttata. I CCT, pur essendo a tasso variabile, non assicurano dal rischio inflazione.

D’altra parte, l’appartamento sfitto non rappresenta una copertura anti-infazione, nel senso che contrattualmente la proprietà dello stesso non garantisce dall’erosione monetaria. La certezza è che si tratta di un immobilizzo rischioso, e inefficiente dal punto di vista fiscale. Su quella porzione di immobile inutilizzata si ritrova a pagare da quest’anno, oltre all’IMU, anche la Tasi, e l’Irpef sul 50% della rendita catastale. Di fatto, tenuto conto di manutenzione e spese, sua madre continua a perderci dei soldi, con incerte speranze di una rivalutazione. Ignorando la tipologia dell’immobile, non sono in grado di dire se sia possibile cedere quell’unità. Forse quell’appartamento è destinato all’uso da parte di suo fratello. Ma se così non fosse, sarebbe opportuno considerarne la vendita. Magari il ricavato sarà modesto, ma potrebbe essere opportunamente reinvestito in attività finanziarie che rispondono di più alle esigenze di sua madre.

 

Stampa Crea Pdf Invia Rss


Vuoi lasciare un commento o essere informato delle prossime novità di YouInvest? Compila questo breve form

Cognome *
Nome *
E-mail *
Il tuo giudizio su YouInvest *
Commento
Finalità  del trattamento dei dati personali
Accetto le finalità  del trattamento dei dati personali
Codice di verifica Cambia testo