Costi del risparmio. Quando sono meritati e quando no

di Marco Liera (*) - 02/12/2013

Stampa Crea Pdf Invia Rss

Il broker inglese Hargreaves Lansdown (HL), che fornisce consulenza finanziaria, trading di titoli e sottoscrizione di fondi comuni online, ha chiesto ai gestori dei prodotti presenti sulla propria piattaforma di ridurre le commissioni a carico dei clienti fino al 30%. Dall’anno prossimo la nuova disciplina RDR (Retail Distribution Review) in vigore nel Regno Unito prevede che i collocatori di prodotti finanziari come HL non possano più percepire retrocessioni (rebates) dai gestori. I loro ricavi consisteranno esclusivamente nelle fees eventualmente applicate ai clienti a fronte della consulenza finanziaria erogata e nelle commissioni di esecuzione degli ordini, sempre a carico dei clienti.

Le piattaforme di collocamento di fondi come HL rappresentano quasi la metà dei flussi diretti verso i gestori UK nel corso del 2013. Esse vengono utilizzate sia dagli investitori fai-da-te che da quelli assistiti da financial advisors che in ossequio alla RDR sono pagati a parte. Anche HL ha la sua rete di advisors, ma è neutrale di fronte alla prospettiva che i clienti operino da soli o li utilizzino. Al punto che chi vuole far da sé può contare su una lezione gratuita di introduzione all’uso della piattaforma.

Lungi dall’essere un modello applicabile in ogni Paese, la RDR e la politica commerciale di HL sono un esempio di come l’offerta di prodotti finanziari possa essere rimodellata per minimizzare costi ingiustificati. Se un investitore ha bisogno di una consulenza, è ovvio che deve pagarla di conseguenza, e anche parecchio se è veramente qualificata. Se non ne ha bisogno (salvo poi pentirsene in vari casi), deve fruire della massima riduzione dei costi. Ciò che va evitato è quello che purtroppo accade in Italia per una parte della clientela servita dagli sportelli bancari, e cioè far pagare indirettamente ai clienti - sotto forma di rebates alla rete di distribuzione - una consulenza qualificata che in realtà essi non ricevono.

(*) Pubblicato sul Sole-24 Ore del 2 dicembre 2013

Stampa Crea Pdf Invia Rss


Vuoi lasciare un commento o essere informato delle prossime novità di YouInvest? Compila questo breve form

Cognome *
Nome *
E-mail *
Il tuo giudizio su YouInvest *
Commento
Finalità  del trattamento dei dati personali
Accetto le finalità  del trattamento dei dati personali
Codice di verifica Cambia testo